Politikós

Thyssen Krupp

“…Buone vacanze a chi ha contribuito a uccidere mio fratello e i suoi colleghi. Mio fratello e i suoi colleghi adesso sono in paradiso, a quegli altri auguro di bruciare vivi e di andare all’inferno…”

Queste le parole con cui ha augurato ironicamente, con voce calma ma fredda, piena di rabbia e dolore, la sorella di Rosario Rodinò, Laura, al termine dell’udienza tenutasi questa mattina nella maxi aula 1 del Palazzo di Giustizia di Torino. La seconda udienza preliminare per il rogo della Thyssen Krupp.